AmigaCanale YoutubeCommodoreIntervisteMusicaPersonaggiPodcast

Intervista a J-Ax – Alessandro Aleotti, l’archeologo informatico.

Con orgoglio presentiamo un nuovo episodio delle interviste di Archeologia Informatica, un’intervista decisamente più lunga del solito, l’intervista ad Alessandro Aleotti, in arte J-AX!
In questa intervista scopriremo un J-AX probabilmente per molti dei nostri ascoltatori inedito, chi lo conosce solo per la sua musica non immagina forse che lui è uno di “noi”, qualcuno che ha vissuto in prima persona la storia dell’informatica e del videogioco e che ne è appassionato.
Scopriremo quale è stato il suo primo incontro con un computer e cosa è successo, cosa ha fatto, cosa ha studiato e come grazie anche a questa passione, unita alla passione per la musica, lo ho fatto diventare quello che è diventato.
J-Ax, un appassionato della storia della tecnologia informatica e del videogioco, una passione per qualcosa che non è così comune, un vero “Archeologo Informatico”.

Ascolta “Intervista a J-Ax – Alessandro Aleotti, l’archeologo informatico.” su Spreaker.


Share

Carlo Santagostino

Una vita per l'informatica. Ho imparato a programmare all'età di 12 anni (1982) e non ho più smesso.

Un pensiero su “Intervista a J-Ax – Alessandro Aleotti, l’archeologo informatico.

  • Non mi piace la musica che fa ,ma quello che ha detto qua è giusto, l’amiga aveva una grafica particolare e io vorrei aggiungere che la musica che si faceva su amiga col protracker a 4 canali ancora oggi è bellissima e io l’ascolto ancora. i famosi moduli musicali ,basti pensare a artisti come Martin Iveson/Spaceman/Nuke of anarchy. Tenuti nei siti come amiga music preservation dascene

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.